gonfalone di Ronco Canavese
Comune di
Ronco Canavese

icona sezione Riserva di Pesca Turistica - Torrente Forzo

-- RISERVA TURISTICA CHIUSA PER LA STAGIONE INVERNALE --

-- RIAPRE A MARZO --

Sul torrente Forzo una nuova riserva di pesca nel Gran Paradiso


Sei stufo dei soliti torrenti e delle solite riserve?


In Valle Soana, la Valle più selvaggia del Parco Nazionale Gran Paradiso c'è una nuova riserva di pesca turistica! Ed è nelle acque di uno dei migliori torrenti alpini di tutte le Alpi: il mitico torrente Forzo!
E' la nuova riserva di pesca turistica del torrente Forzo: dalla confluenza con il Soana alla madonninna lungo la SP47 per Forzo (riferimenti: cartello PNGP, madonnina).


Scopri dove acquistare i buoni pesca: nei locali e nelle attività commerciali della Valle, presso gli uffici comunali, l'ufficio turistico e i nostri amici del Canavese!


Te lo assicuriamo: ti divertirai e non te ne andrai deluso!

Da maggio 2017 ha riaperto la RISERVA DI PESCA TURISTICA COMUNALE del torrente Forzo.

La riserva si sviluppa interamente nel torrente Forzo: l'inizio è posto in corrispondenza del cartello PNGP lungo la SP47 direzione Forzo ("madonnina") e la fine è la confluenza con il torrente Soana (località Villaggio Bettassa/Castellaro, fucina da rame).

I buoni, giornalierie valevoli per la cattura di n.4 capi, sono acquistabili al prezzo di 18 €nei locali e negli esercizi commerciali della Valle, presso il Comune, l'ufficio turistico e anche in alcuni esercizi commerciali del Canavese.

Il torrente della riserva, rinomato in tutto il Nord Italia per la pratica della pesca sportiva, è immerso nella natura selvaggia della Valle Soana ed è tra i migliori torrenti alpini in cui è possibile pescare magnifici esemplari di trota fario. La qualità delle acque e degli ambienti è quindi tra le migliori riscontrabili sulle Alpi: luoghi selvaggi, remoti in cui scorrono acque cristalline e poi salti d'acqua, correnti e goie: le acque della nuova riserva turistica sono un'oasi immersa nel verde della Valle Soana. Un luogo ideale per tutta la famiglia: proprio sul torrente è situata un'area attrezzataper la sosta di camper, caravan e per il pic-nic grazie alla dotazione di barbecue. E ancora: soltanto qui, e soltanto sul torrente Forzo, potrai pescare dalle rarissime rocce rosse di questo vallone (scopri di più: http://www.vallesoana.it/da-visitare/forzo-alghe-rosse/)

Ma il torrente Forzo non è "unico" soltanto per la sua natura: i diritti di pesca sulle sue acque - insieme a quelli dei torrenti e dei rii Servino, Canaussa, Guaria e Lazin - sono stati un lascito del Re d'Italia, Re Vittorio Emanuele, con Regio decreto a favore del comune di Ronco.

Grazie a questo lascito le acque dei torrenti sono da sempre state per il comune e per l'intera Valle una risorsa fondamentale per l'economia locale: dagli affitti dei loro diritti di pesca il comune si garantiscono entrate a bilancio e poi l'indotto portato dall'affluenza dei pescatori è consolidato tanto da rendere celebri le acque del Forzo tra gli appassionati del settore.

Una particolarità: è un caso rarissimo che sia consentita la pesca all'interno di un parco nazionale, come invece accade (il lascito del Re fu antecedente allo spostamento dei confini dell'area protetta) sul torrente Forzo e sul rio Lazin.

Segui la Riserva di Pesca Turistica del torrente FORZO su Facebook: sarai aggiornato sulle semine e potrai condividere le foto della tua pescata e ancora entrare nella community della riserva con pareri, consigli ed esperienze.

Info: riservaturistica.forzo@gmail.com - 335.8249874

#torrenteFORZO

#lariservadelleacquedelRE